Pilates: ginnastica che tonifica senza affaticare

A CHI SERVE:

Il pilates può essere praticato da chiunque voglia migliorare il proprio livello di forma fisica, l’aspetto e la salute. Sono esercizi perfetti per uomini, donne, anziani, adolescenti, atleti, persone che non hanno mai fatto attività sportive o che stanno seguendo terapie riabilitative dopo un infortunio o per particolari patologie.

Il pilates è perfetto per:

  • Ballerini e atleti: permette di accrescere la flessibilità e la forza muscolare senza incrementare la massa muscolare.
  • Avere un bel corpo: il pilates offre un allenamento efficace che dona muscoli lunghi e tonici, una pancia piatta, glutei e cosce sodi, migliora l’agilità e il portamento.
  • Persone molto impegnate, o persone che hanno una vita sedentaria, per chi trascorre molte ore davanti al computer o ha un lavoro che lo costringe a stare in piedi tutto il giorno: sono sufficienti poche ore di allenamento per ottenere i primi risultati.
  • Mal di schiena: la maggior parte dei problemi alla schiena sono dovuti alla debolezza dei suoi muscoli di sostegno e a una postura errata. Il Pilates rinforza questi muscoli e corregge contemporaneamente la postura, gli esercizi danno luogo a un miglioramento graduale e costante, per ottenere una schiena più solida, senza temere dolore o lesioni.
  • Persone che soffrono di problemi articolari: un trauma articolare è spesso il risultato di un modo sbagliato di contrarre i muscoli in una particolare azione del corpo. Ciò può degenerare in infiammazioni croniche delle articolazioni (artriti) e, in alcuni casi, può esserne la causa concomitante. Il Pilates insegna a usare il corpo senza sottoporti a sforzi eccessivi e rafforza i muscoli che proteggono le articolazioni di sostegno del peso corporeo, come anche e ginocchia.
  • Postura: attraverso movimenti dolci, vengono rafforzati i miscoli del pavimento pelvico, la schiena e l’addome; mantenere tonici i muscoli di queste aree non solo vi risparmierà il mal di schiena (tipico degli ultimi mesi di gestazione), ma vi aiuterà a tornare rapidamente in forma dopo il parto. Anche il controllo della respirazione che s’impara con la pratica Pilates è un aiuto importante per respirare correttamente durante il travaglio e al momento del parto.
  • Gravidanza: permette di accrescere la flessibilità e la forza muscolare senza incrementare la massa muscolare.
  • Osteoporosi e fratture: i benefici apportati alla colonna vertebrale in termini di mobilità consentiranno di prevenire le fratture vertebrali, il rinforzo del corsetto addominale consentirà di svolgere in maniera più sicura tutti i movimenti in stazione eretta, dalla semplice deambulazione fino ai movimenti più complessi, come ad esempio fare le scale, camminare su un terreno scosceso, piegare le gambe, sollevare pesi. Una pratica costante e regolare del pilates consentirà di raggiungere tali obiettivi: maggior controllo del rachide nei movimenti quotidiani; conservazione della capacità del rachide di estendersi, evitando che la colonna si irrigidisca in una posizione di flessione; ripristino della mobilità articolare e dell’elasticità muscolare; rafforzamento muscolare; miglioramento dell’equilibrio, per prevenire le cadute; miglioramento della coordinazione per ridurre, in caso di cadute, gli effetti negativi del trauma.

Tutti gli esercizi sono individualizzati e regolati sulle personali esigenze e capacità; la persona non è mai lasciata “sola” ma è sempre seguita da un personal trainer qualificato.

DIFFERENZA PILATES CON LE MACCHINE E MAT WORK

Differenza pilates Mat Work o “da palestra” e Pilates sulle macchine:

Pilates si può svolgere sia con le macchine (Universal Reformer, Trapeze Cadillac, Ladder Barrel, Chair) in lezioni individuali, duetto o mini-gruppo (3 o 4 persone), sia in lezioni di gruppo con esercizi a corpo libero su di un materassino, (da qui approccio denominato Mat-Work). La differenza sostanziale è che nel primo caso si lavorerà con specifici attrezzi, con i quali sarà possibile modulare la resistenza e l’intensità degli esercizi in base alla singola necessità, sfruttare i movimenti nel completo ROM (Range Of Motion) grazie all’assistenza delle stesse macchine, svolgere con vantaggio quegli esercizi dove vengono coinvolte le aree muscolari più deboli, lavorandole più specificatamente. Con le macchine sarà pertanto possibile progredire più rapidamente, grazie ad un assistenza maggiore e alla possibilità di adattare meglio i movimenti.
Nel Mat-Work si lavorerà con esercizi a corpo libero su di un materassino, ma anche coadiuvati da piccoli accessori, come i magic circle, le bande elastiche, i roller e le fit ball. 
Diffidate dalle lezioni di Mat Work super affollate, il cui numero di utenti non dovrebbe essere superiore a 10 o 12 persone.

Esistono diversi livelli di difficoltà nel Pilates?

  • Naturalmente. Sia il Mat Work che le lezioni con le macchine, prevedono tre livelli di difficoltà:
    • Livello Base, Intermedio e Avanzato.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

E' possibile utilizzare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

cancella il moduloInvio